Paste your Google Webmaster Tools verification code here

I LOVE DISCO non vi racconterà come è morta bensì come è vissuta.Amy Jade Winehouse nasce il 14 settembre 1983 a Enfield, Middlesex, Inghilterra. Amy possiede uno straordinario talento tanto che a soli 10 anni fonda il suo primo gruppo, a tredici anni riceve la sua prima chitarra e a sedici è già una professionista . A soli venti anni, nel 2003, esordisce con il suo primo album “Frank”; la critica è entusiasta e la sua voce è paragonata a quella di Sarah Vaughan, sulle cui note è cresciuta.

Purtroppo il suo carattere ribelle e instabile le crea molti problemi. Infatti dichiarerà, dopo la pubblicazione del suo secondo album: “non riesco neanche più ad ascoltarlo, Frank. Anzi, non sono mai riuscita ad ascoltarlo. Suonarlo dal vivo mi piace, ma ascoltarlo è un’altra cosa “.

Nello stesso periodo l’indipendent pubblica un articolo sulla sua depressione e descrive la Winehouse come persona che, seppur affetta da psicosi maniaco-depressiva, rifiuta le cure. Nei mesi seguenti è presente sui tabloid britannici per problemi legati all’alcool; durante un’esibizione al The Charlotte Church Show, appare  evidentemente ubriaca.

Tutto questo segnerà il suo declino inarrestabile. Prendendo spunto dal pensiero del mio amico Vincent Dee Jay, vi lascerò con queste parole .

Amy Winehouse era arrivata come un temporale d’agosto che sconvolge tutto e tutti. Stile, potenza, sicurezza e talento unici. Tutti noi, io per  primo, restammo a bocca aperta quando l’ascoltammo per la prima volta. In  questi tempi molto plasticati, monotoni e prevedibili, Lei aveva tutte le carte in regola.”

Purtroppo ci ha lasciati troppo presto, prima di compiere 28 anni, non senza lasciarci quello che doveva essere il suo album della rinascita ….Questa e’ la triste realtà, riposa in pace Amy, sei tra i grandi immortali……

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi