Paste your Google Webmaster Tools verification code here

Zucchero, Aretha Franklin, Whitney Houston, George Benson, Sister Sledge, Herbie Hancock, Four Tops… Questi solo alcuni dei nomi prodotti da Walden nella sua carriera… non male! Lui però nasce come jazzista. Negli anni ‘60 è batterista apprezzato, ma è ne 1976 che unendosi a Jeff Beck e producendo l’album “Wired” si afferma. Dal 1977 inizia ad auto-prodursi, ed ottiene un grande successo soprattutto con due brani: “I don’t want nobody else” ed “I shoulda loved ya”. Dopo qualcos’altro di non così buono e le tante produzioni di cui sopra.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi